Un museo-centro culturale dedicato al grande compositore greco Manos Hatzidakis è stato inaugurato il 17 aprile a Xanthi, in Tracia, nel nord della Grecia. Infatti si tratta della casa natale di Hatzidakis che si trova nel cuore del centro storico della città vecchia di Xanthi.

L'edificio fu costruito nel 1890 ed è classificato come un'opera d'arte e un monumento storico. Noto come la “Grande Maison” nel periodo della Belle Époque, questo edificio neoclassico storico è un tipico palazzo di tre piani, il quale segue le tendenze architettoniche dell'epoca e riflette l'atmosfera cosmopolita della città di Xanthi. Conosciuto anche come Megaro Sarkoutsou o Palaio Frourarheio questo palazzo ha ospitato, fra le due guerre, l’Agenzia delle Entrate e, in seguito, il Club degli Ufficiali di Xanthi.

hadjidakis collage

Dopo la sua completa ristrutturazione e la sua recente trasformazione in museo-centro culturale, la casa di Hatzidakis apre le sue porte al pubblico destinata ad ospitare mostre e un'ampia gamma di attività culturali e artistiche. Inoltre ci saranno laboratori per bambini, e anche una caffetteria e un ristorante.

Il 21 aprile nella casa museo dedicata all’artista greco si terrà una conferenza dal titolo “Il cittadino Manos Hatzidakis”, organizzata sotto gli auspici dell'Università Democrito di Tracia. Il programma prevede presentazioni e lezioni, letture e recitazioni, che “metteranno in evidenza la personalità e la presenza sfaccettata di Manos Hatzidakis, il creatore ecumenico proveniente da Xanthi”.

La conferenza verrà affiancata da una mostra che comprenderà pubblicazioni, articoli, fotografie e altri documenti riguardanti la vita e l'opera di Manos, così come alcuni dei dischi in vinile del celebre compositore.

 

Ascoltiamo il “Walz dei sogni perduti”

banner newsletter punto