arist 3Il Congresso Internazionale “Aristotele: 2400 anni dalla sua nascita” si svolge questa settimana- dal 23 al 28 maggio 2016- a Salonicco, a Stagira antica -luogo di nascita di Aristotele- ed a Mieza antica, dove il filosofo insegnava ad Alessandro Magno. Il Congresso viene organizzato dal "Centro Interdisciplinare di studi Aristotelici" dell’Università Aristotele di Salonicco, sotto gli auspici del Presidente della Repubblica ellenica e con il sostegno della Federazione Internazionale delle Società di Filosofia (FISP), dell'Accademia di Atene, del Centro di ricerca per la filosofia greca dell'Accademia di Atene e della Commissione Nazionale per l'UNESCO ellenica. Il convegno si inserisce in una serie di eventi che verrano effettuati in tutto il mondo per celebrare “l’anno Aristotelico” 2016, dichiarato dall’UNESCO. Il suo scopo è quello di far emergere la conoscenza di tutti gli aspetti del lavoro del filosofo. 

Più di quattrocento Aristotelisti -studiosi, scienzati e professori- di quaranta paesi si ritrovanno in Grecia per partecipare a dei colloqui interdisciplinari su una grande varietà di soggetti. I partecipanti illustreranno il contributo del filosofo macedone all’ evoluzione intellettuale della civiltà occidentale e dello spirito umano in genere. Gli interventi del congresso verteranno principalmente su concetti aristotelici legali e politici, psicologici e religiosi, metafisici ed etici; ricordiamoci della sua ‘politeia’ o ‘repubblica’, la ‘psyche’ e l’ ‘ousia’ o ‘essere divino’. Altri contributi si concentreranno su altri “lavori” aristotelici sulla meteorologia, la biologia e la medicina mettendoli in correlazione ai rispettivi settori moderni. A margine del congressso, gli organizzatori hanno anche programmato diversi eventi culturali: gite turistiche a Salonicco e le città vicine, e in altri luoghi come il ‘Lycheion’ antico di Aristotele e le fosse reali della Macedonia Antica, presentazioni pubbliche e concerti.

Sottolineando l’ importanza dell’ opera del filosofo grecoarist 2, Demetra Sfendoni Mentzou, responsabile del Centro per gli studi interdisciplinari del filosofo e anima del congresso, disse a “la Repubblica” che: “Aristotele ha gettato le basi per i concetti di democrazia, cittadinanza e comunità —oggi più che mai abbiamo bisogno delle sue idee per ridefinire questi valori assieme a quelli dell'umanità stessa”.

 

banner newsletter punto