La Fondazione del Parlamento Ellenico per il Parlamentarismo e la Democrazia presenta la mostra "Combattere per la pace: la Grecia, l’Italia e la Spagna negli anni '80" che illustra i vari ambiti del movimento contro la guerra nell’Europa meridionale attraverso una retrospettiva storica dedicata agli anni 1980. ΙτΒ GPAP 1DSC 2857
Nel secondo dopoguerra e negli anni della guerra fredda, la richiesta di pace e di disarmo riunì, tanto in teoria quanto nella pratica, migliaia di persone e fu componente essenziale nella politicizzazione di massa e nella creazione di un’identità ideologica e politica. Nel periodo della minaccia nucleare, i popoli nei Paesi dell’Europa Meridionale, come nel resto del continente, vollero rivalutare il loro passato, presente e futuro.
La loro risposta dinamica contro il collocamento di nuove armi nucleari in Europa mise in evidenza i rapidi sviluppi sociali, culturali e tecnologici dell'epoca che coesistevano con la paura verso il pericolo nucleare. Un movimento pacifista e militante di massa fu emerso a livello globale, in stretta associazione con altri movimenti dell'epoca - come quello dei giovani, delle donne, dei sindacalisti, degli ecologisti ecc.- intesi a influenzare enormemente le società e l'agenda politica.
Attraverso i poster, le fotografie, le pubblicazioni e gli articoli dell’epoca insieme al resto della documentazione provenienti da archivi pubblici e privati greci e stranieri, l’esposizione mette in evidenza il carattere multidimensionale della protesta a favore della Pace nei Paesi dell’Europa Meridionale degli anni 1980. Ricostruendo il contesto socio-politico di quell’epoca e grazie alla ricchezza del materiale documentale, la mostra riesce a fornire un quadro comparativo sul movimento contro la guerra e nello stesso tempo a presentare una dettagliata analisi dell’impatto del movimento sulla società, la politica e la cultura. Insomma, si tratta di una mostra che fa pensare a quanto la richiesta di pace sia una questione attuale.
Inaugurata il giovedì 15 novembre 2018 dal Presidente del Parlamento Ellenico, Nikolaos Voutsis, la mostra rimarrà aperta fino al 31 marzo 2019 con ingresso gratuito per il pubblico nei seguenti giorni e orari: Tutti i giorni dalle ore 9:00 alle 16:00, giovedì e venerdì dalle 09:00 alle 20:00, sabato e domenica dalle ore 10:00 alle 15:00 presso la Sala delle esposizioni della Fondazione del Parlamento Ellenico.
 
(A.K.)

banner newsletter punto