Torna per la sua terza edizione nella capitale greca il ''Forum sull’Energia di Atene 2015 ''. Il Forum co-ospitato di New York Times International,   Kathimerini e Skai il 11-12 marzo 2015, affronta una serie di importanti sviluppi nel settore energetico, tra cui il progetto TAP , la ristrutturazione del mercato dell'energia elettrica, così come l'esplorazione di gas e petrolio in Mediterraneo orientale. Sulla scia del successo del 2013 e 2014 forum, l'edizione 2015 si concentra sulla sicurezza e la cooperazione energetica. La situazione internazionale, ha contribuito in modo che la sicurezza energetica e la necessità di diversificazione di venire tra le priorità della politica estera dell'UE. Inoltre, l'instabilità in Medio Oriente, Nord Africa e Russia intensifica la sfida di trovare fonti affidabili di approvvigionamento alternative. Nel suo discorso il ministro competente per la ricostruzione produttiva, Ambiente ed Energia Panagiotis Lafazanis ha detto tra l'altro che ''Il governo è pienamente impegnato a legittimità internazionale e del diritto internazionale'' sottolineato che  ''la Grecia ha avuto l'ambizione di diventare un polo energetico in Europa e a questo proposito, il governo ha sostenuto la costruzione del gasdotto TAP e le interconnessioni tra la Grecia e la Bulgaria IGB, al fine di ottenere benefici di compensazione per "il paese e la gente".