Si chiama “Infinite Racing” la squadra greca che ad ottobre si è aggiudicata il primo premio nelle finalissime “F1 in Schools World Finals”, negli Stati Uniti a Austin, Texas. Cinque studenti salonicchesi hanno vinto la medaglia d'oro al concorso internazionale che, attraverso il fascino magnetico della Formula Uno, si rivolge a milioni di studenti di oltre 40 paesi, chiedendo loro di progettare un modello in scala di auto da Formula Uno.

FORMULA

Gli studenti Kyriakos Theofanidis Harry Kalfas, Basilea Davos, Stelios Mavromatis e Angela Samara, hanno “dominato” le 39 squadre, provenienti da 23 paesi, accumulando un totale di 852,3 punti e superando l’Australia (secondo posto con 837,8 punti) e la Germania (terzo posto con 770,5 punti). I giovani non hanno nascosto il loro entusiasmo visto che il riconoscimento dovrebbe offrire in seguito anche nuove opportunità che li potranno vedere coinvolti anche in altri progetti con varie squadre tecniche di F1.

Per la prestigiosa gara, la “Infinite Racing” ha costruito e presentato tre modelli, il cui costo ammonta a 7.500 euro. Tra questi, il piccolo modello F1 per esempio ha una lunghezza di 18 cm e si muove ad una velocità di 20 metri al secondo. Una cartuccia di anidride carbonica compressa produce la forza che spinge il suo movimento.

La squadra greca ha vinto in totale tre premi - il premio “Pressure Challenge Award”, il “Knockout Competition Award” e il “Team Website Award”. Da notare che anche un’altra squadra greca, la ‘Aeolus Racing’ , è stata selezionata tra le dieci squadre finaliste, collocandosi al settimo posto nella classifica finale.

Il programma “F1 in Schools” chiede agli studenti di creare il proprio team di Formula One che ha il compito di progettare, costruire e far correre la più veloce auto di Formula Uno in miniatura.

banner newsletter punto