Si è concluso ieri nell’isola greca di Corfù il Primo Vertice Intergovernativo tra Grecia e Italia in presenza del Primo Ministro Alexis Tsipras e del suo omologo italiano Paolo Gentiloni. Oltre ai rapporti tra i due Paesi, i temi dell’agenda europea come la crisi migratoria, le relazioni UE-Turchia ma anche la necessità di spinta su crescita e investimenti sono stati citati dai due Premier che hanno tenuto una conferenza stampa congiunta, al termine dell’incontro bilaterale.
L1210140
Sulla questione dell’immigrazione, il Primo Ministro greco ha detto che “la Grecia e l’Italia sono i due paesi che hanno pagato il prezzo carissimo di una crisi che è europea e internazionale; non è né greca né italiana. I nostri due popoli hanno dimostrato la solidarietà necessaria e dovuta nei confronti dei profughi. Questo è un elemento fondamentale dei nostri valori” culturali. “L’Europa dovrebbe però capire che queste crisi non vanno affrontate con recinzioni ed esclusioni che minano i nostri valori europei, ma con maggiore solidarietà e condivisione delle responsabilità”, ha detto ancora Alexis Tsipras.

 Da parte sua, il Presidente del Consiglio italiano Paolo Gentiloni ha affermato che “l'onere del fenomeno migratorio non può essere scaricato su pochi paesi come l'Italia e la Grecia" sottolineando che “il messaggio deve essere quello di aggiornare le regole di cui disponiamo” -un messaggio che i due Premier ribadiranno ancora il mese prossimo a Nicosia (Cipro), in occasione del vertice dei paesi dell’Europa meridionale.
Parlando delle relazioni economiche bilaterali tra i due Paesi, il Premier Tsipras ha citato che “la Grecia rappresenta per l’Italia il primo partner commerciale”. “È arrivato il momento di moltiplicare gli investimenti" –ha detto ancora il Primo Ministro greco, sottolineando che la Grecia vuoleche anche le imprese greche investano in Italia”.
 DSF5592
Nel corso del 1° Vertice Intergovernativo di alto livello che è stato un’occasione ideale per discutere dei diversi settori nei quali la collaborazione tra i due Paesi potrebbe svilupparsi, sono stati firmati accordi bilaterali:
L’accordo che ha segnato l’acquisizione di TRAINOSE –il principale operatore ferroviario in Grecia- da parte di Fs (Ferrovie Dello Stato Italiane S.p.A.);
Un programma di “Cooperazione Culturale nel settore dell'educazione per gli anni 2017-2019” tra il Ministro degli Esteri Nikos Kotzias e il suo omologo italiano, Angelino Alfano.
Un protocollo d’intesa (Memorandum of Understanding) sulla “Prevenzione del traffico illecito di opere d'arte” siglato tra il Ministro della Cultura e dello Sport, Lydia Koniordou e il suo omologo italiano, il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini;
Una “Dichiarazione congiunta sulla cooperazione energetica bilaterale” firmata dal Ministro dell’Ambiente e dell’Energia, Giorgios Stathakis e dal Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, per "contribuire in modo sostanziale agli obiettivi dell'Unione dell'energia e migliorare l'affidabilità degli approvvigionamenti".

 
 Materiale fotografico: Andrea Bonetti/ Ufficio Stampa del Primo Ministro della Repubblica Ellenica.

A.K.

banner newsletter punto