L'Archivio del Punto Grecia (.gr)

L'Archivio del Punto Grecia (.gr) rende disponibile a tutti i lettori il proprio archivio digitale dal 2012 a oggi.

La prima pittrice greca nel periodo post-rivoluzionario. 
Nell’ ambito del ciclo di incontri, "Grecia -Italia. Dialoghi tra due culture. Pittori greci attivi in Italia – Pittori italiani attivi in Grecia (XVI-XIXsec.)", organizzato dal IIC in collaborazione con il Centro Studi dello Ionio, Athena Schinà, storico e critico d’Arte, nell'Università di Atene, il 5 febbraio 2014 presso Auditorium IIC Ateneparla su ''Eleni Boukouri-Altamura (1821-1900): la prima pittrice greca nel periodo post-rivoluzionario'', in lingua greca con traduzione in italiano. '' Eleni Boukouri-Altamura: la vita avventurosa e l’opera di una delle prime pittrici greche, dopo la Liberazione, la quale ha studiato in Italia, entrò in rapporto con i movimenti rivoluzionari della metà del 19° sec., espresse (simbolicamente e allegoricamente) lo spirito dell’epoca in cui visse e, anche se non sono stati salvati tanti suoi disegni e dipinti, è ritenuta tuttavia una figura emblematica per l’inizio dell’arte neoellenica''. 
La vita
Nata nel 1821 a Spetses, era la figlia del primo direttore del teatro di Atene, Giovanni Boukouras. Da piccola ha mostrato talento nella pittura e il suo padre l'ha aiutato a studiare a casa con il pittore italiano Raffaello Ceccoli, professore nella Scuola delle Arti. Dopo, a suo consiglio, Eleni ha continuato gli studi in Italia dove, travestita da uomo e soprannominata Chrysinis Boukouras, ha studiato presso l'atelier del pittore Francesco Saverio Altamura a Napoli con cui è stata sposata ed ha avuto tre figli. Il 1858 suo marito l'abbandonò per un'altra donna, insieme al loro terzo bambino. Poi, Eleni insieme ai suoi due bambini tornò in Grecia (Atene e Spetses), dove insegnava la pittura per vivere. A causa della scomparsa di tutti e due figli per tubercolosi, la figlia all'età di 18 e il figlio, Ioannis Altamouras che aveva anche lui studiato la pittura a Copenhagen, all'età di 26, Eleni ha sofferto di malattia mentale. All'età di 60 anni tornò a Spetses, dove ha bruciato quasi tutti i suoi progetti di pittura. Morì praticamente sconosciuta, il 19 marzo 1900 e fu sepolta nel cimitero di Sant'Anna di Spetses. La tragica vita di Eleni Boukouri - Altamura ha ispirato un romanzo (Rea Galanaki: "Elena, o nessuno'', ed. Agra,1998) e un romanzo teatrale (Kostas Asimakopoulos "Elena Altamura" ed. Dodona,2005).

banner newsletter punto

Punto Grecia
#PatrimonioUnesco l Mistrà: il canto del cigno della cultura bizantina Definita la “meraviglia della Morea” e dichi… https://t.co/oK7kkEKRAg
Punto Grecia
L'estate greca è uno stato di felicità che va oltre le stagioni e le destinazioni. "L'estate greca è uno stato d'an… https://t.co/lQI6NbJQ35
Follow Punto Grecia on Twitter