bottega2Di solito i visitatori dei musei archeologici ammirano gli oggetti esposti nelle loro sale, senza chiedersi come questi oggetti furono fabbricati. La mostra Nelle botteghe artigiane degli antichi greci ... andiamo creare insieme”, ospitata presso il Museo Goulandris di Arte delle Cicladi dal 11 al 29 febbraio 2016, aspira a far entrare il pubblico “nel mondo” dei creatori delle meravigliose opere dell'antichità. “Nel mondo” di quegli artigiani, noti o anonimi, dotati di un dono divino, del carisma dell’ispirazione e della creazione artistica.

Per venti giorni, artisti e artigiani, in stretta cooperazione con gli archeologi del museo, cercheranno di dare risposte adeguate alle questioni del pubblico: Come sono state scolpite le figurine delle Cicladi? Quali strumenti usavano gli antichi gioiellieri per fare ornamenti d'oro? Come decoravano i vasi gli antichi pittori?bottega3

Infatti, un gruppo di professionisti dimostrerà al pubblico come lavoravano nell'antichità i pittori, i ceramisti, gli scultori, gli orafi, gli argentieri e i ramai. Utilizzando degli strumenti antichi, come i scalpelli, gli incudini, le ruote da vasaio, gli artisti trasformeranno il museo in un laboratorio vivente, producendo oggetti simili ai reperti archeologici esposti negli stessi spazi espositivi.

La mostra è articolata in tre sezioni tematiche dedicate all’arte del metallo, del marmo e della ceramica, rispettivamente.

La prima sezionebottega1 si focalizza sugli antichi oggetti metallici, manufatti in oro, argento e bronzo, presentando anche disegni esplicativi con informazioni sugli artigiani, i laboratori e le varie tecniche di produzione. Il visitatore troverà qui anche la “bottega di Efesto” dove potrà approfondire le sue conoscenze sugli aspetti tecnici e gli strumenti di lavoro degli artigiani del metallo (incudini, martelli, scalpelli etc.). La seconda sezione è dedicata alla ceramica. Ospita anche la “bottega di Atena”, che comprende, naturalmente, una ruota del vasaio tradizionale, materie prime, vasi non finiti e tutto il “toolkit” dei ceramografi (pittori di vasi). La terza sezione presenta l’arte del marmo. Oltre alle figurine delle Cicladi e alle opere classiche in marmo, si può vedere anche la “bottega di Dedalo”, che comprende sculture non finite, modelli e tutta la gamma di strumenti per la lavorazione del marmo.

 

Per maggiori informazioni sugli orari dei laboratori e le tariffe d'ingresso, consultare il sito web del Museo Goulandris di Arte delle Cicladi.

banner newsletter punto

Punto Grecia
#Cultura l Arriva il nuovo Museo della Cultura Greca Moderna Situato nel pieno centro di Atene, nel quartiere di Pl… https://t.co/azdVg5Bsmx
Punto Grecia
RT @GreeceinItaly: Un momento storico per la 🇬🇷.A seguito dell'adozione, con una sostanziale maggioranza dei voti favorevoli, del progetto…
Punto Grecia
Capo di @todiktio, ex ministro e commissario UE @adiamantopoulou si candida per essere il prossimo SecGen di @OCSEhttps://t.co/MwqqV6pb6Q
Follow Punto Grecia on Twitter