Si chiamano « friktories » (in greco ‘φρυκτωρίες’) oppure «cumuli» e si tratta di un sistema di comunicazione e di difesa, una rete estesa di trasmissione di segnali (luce di notte e fumo di giorno), la prima usata dalla civiltà occidentale, applicata dai Minoici in Creta.
In effetti, erano costruzioni coniche, abbastanza alte (più alte degli alberi), basate sulla terra (sulle colline e le montagne per approfitarsene della altezza ma anche per i sentieri minoici) e funzionavano con fuoco e torce per mandare dei messaggi codificati alla velocità della luce.

Furono costruite in Creta durante il periodo dei primi palazzi (1900-1700 a.C.) e furono estesi per servire una costiera di 1.100 kilometri. I Minoici avevano paura delle invasioni sulla loro isola, al centro della quale c’era, all’epoca, una foresta densa che proteggeva gli aggressori. L’idea delle «friktorie», i fari terrestri di quel tempo, era di illuminare la notte come se fosse giorno e di scambiare informazioni per quanto riguarda la sicurezza, da una parte dell’isola fino all’altra, per scoprire se ci sono aggressori e per controllare le strade, per assicurare il movimento dei prodotti nell’isola e proteggere l’isola così ricca.

Le costruzioni lungo il litorale funzionavano anche come fari e si poteva vedere fino al fondo del mare grazie alla loro luce. Inoltre c’era un contatto visivo fra le costruzioni alla costa del nord e quelle alla costa del sud.

Una «friktoria» era alta 3-8 metri e aveva un diametro di base di 15-47 metri. Era costruita di terra e pietre e le persone che se ne occupavano erano abitanti delle zone circonstanti.

Le «friktorie» sono la prova che la prima civiltà europea, quella minoica, era diventata molto importante e si era affermata grazie alla costruzione di opere tecniche e infrastrutture che erano uniche.

Recentemente, Nikos Panagiotakis, l’archeologo che ha scoperto (il 1983) e si occupa di questo sistema di segnali luminosi (sono più di 140), ha scoperto inoltre due costruzioni all’est dell’isola, presso la regione di Agios Nikolaos.

 

friktoria

banner newsletter punto

Punto Grecia
Da rileggere su Punto Grecia - Koulouri, la "Ciambella di Salonicco"- https://t.co/C4wQlrLYX7 foto: iStock / Gett… https://t.co/9HfGrRrpUJ
Punto Grecia
#intervista @RaiDue del Ministro greco per le politiche #UE della @MVarvitsiotis L'economia greca deve cambiare… https://t.co/Cql6EXrhIC
Punto Grecia
RT @GreeceinItaly: Alla scoperta dell'estate 🇬🇷attraverso le collezioni del Museo Benaki Foto Dimitris Harissiadis Archivi fotografici del…
Follow Punto Grecia on Twitter