Da ottobre nelle libreria italiane...
Il libro ''La sorella segreta'', (''8 ore + 35 minuti'', il titolo greco) di Fotini Tsalikoglou, edizioni e/o, è il suo esordio italiano. Nata ad Atene, ha studiato psicologia all’università di Ginevra ed è autrice di molti romanzi acclamati in Grecia.  
La storia del libro si occupa della turbolenta storia greca del ventesimo secolo fa da contrappunto ai segreti e alle menzogne della famiglia Arghirìu, che ritornano a poco a poco a galla. 
Nel luglio del 1940 Menèlaos Arghirìu e la giovanissima moglie Erasmìa si imbarcano sul piroscafo “Nuova Ellada” alla volta di New York, dove cominceranno una nuova vita. Quarant’anni dopo Froso, la figlia di Menèlaos e di Erasmìa, mette al mondo due bambini di padre ignoto: Jonathan e Amalìa.La vita scorre (quasi) normale quando a un certo punto Froso comincia a bere, si rifiuta di pronunciare la parola “Grecia” per il resto della vita e si sceglie un nuovo nome: Lale Andersen. Nel gennaio del 2013, nel cuore della crisi finanziaria che ha colpito il Vecchio Continente, della quale la Grecia è diventata il simbolo, Jonathan decide di intraprendere un viaggio nella terra degli avi alla scoperta del passato della propria famiglia che si intreccia con la Storia della Grecia stessa: dalla catastrofe in Asia Minore nel 1922 fino alla crisi di oggi passando per la seconda guerra mondiale, la guerra civile, la dittatura dei Colonnelli e il ritorno alle libertà democratiche negli anni Settanta.