Un cimitero e un villaggio che risalgono dalla tarda età del bronzo sono stati rinvenuti alla luce durante i lavori di costruzione dell'autostrada Atene-Salonicco, vicino alla città di Platamonas, nel nord della Grecia. Secondo un comunicato stampa dell'archeologo capo dei scavi, Sofia Kulidu, sono stati localizzati due frammenti di parete arcuati di edifici che eventualmente delineano un insediamento e un cimitero. 
Entrambi gli edifici sono considerati eccellente esempio di architettura di un settore in cui le scarse reminiscenze urbani periodo del Bronzo Tardo (1600-1050 π.Χ.). Sono tenute in buono stato le sue fondamenta in pietra e all'interno sono state trovate tracce di argilla utensili, abbondante anfore micenea e vari manufatti della vita quotidiana fatta di pietra e argilla. Sulla parte esterna due navi sono state situato nel luogo in cui sono stati collocati. Edifici nelle vicinanze è stato trovato un cimitero con diciannove tombe,molti di cui, a parte delle ossa, contengono un sacco di oggetti di valore, dice l'archeologo Kulidu, si arricchiscono e completano la nostra comprensione della percezione della vita e morte e pratiche di sepoltura nelle società del tardo Bronzo. Le autorità competenti hanno deciso che le scoperte possono essere esposte durante lo scavo e la pulizia sono stati completati. Per ora, il primo degli edifici saranno trasferiti al vicino parco archeologico che è previsto in Livithra dove tutte le scoperte da esporre saranno installati.