E la storia cominciò così: alle 3 di mattino del 28 ottobre 1940 l’ambasciatore italiano ad Atene, Emanuele Grazzi, si presentò al dittatore greco Ioannis Metaxas per consegnargli l’ ultimatum. Nel documento si intimava al governo greco di consentire alle forze italiane di occupare, a garanzia della neutralità ellenica nei confronti dell’ Italia, alcuni, non meglio specificati, punti di importanza strategica in territorio greco, con lo scopo di impedire agli inglesi il controllo del Mediterraneo. L’ ultimatum sarebbe scaduto alle 6 dello stesso mattino. Terminato di leggere, Metaxas diede la sua famosa risposta che passò alla storia: «Alors, c’est la guerre». L’offensiva di Mussolini iniziò alle 6 di mattino. Il 28 ottobre sarebbe poi entrato nel calendario greco come il Giorno del No.

Dissi che avremmo spezzato le reni al Negus. Ora, con la stessa certezza assoluta, ripeto assoluta, vi dico che spezzeremo le reni alla Grecia”, affermò Mussolini in un discorso alla radio il 19 novembre 1940, ma il corso degli eventi sarebbe stato molto diverso.

1940cartoons 018a

Il rifiuto di concedere “terra e acqua” da parte dei greci è stato attuatogià dalle prime ore del mattino, quando decine di migliaia di soldati, provenienti da tutto il territorio, si precipitarono per respingere gli invasori italiani.

L’ attacco italiano alla Grec1940cartoons 004ia pro1940cartoons 009vocò il risorgimento del popolo greco, una rivolta patriottica senza precedenti. Quest’ entusiasmo patriottico, che venne molto rafforzato dopo le prime vittorie militari, inondò le pagine dei giornali, le frequenze radiofoniche e gli spettacoli teatrali. La satira, la ridicolizzazione e l'umiliazione del nemico sono state alcune delle armi più potenti della guerra psicologica svolgendosi in parallelo con la lotta militare.

Infatti, la propaganda ufficiale greca proseguò fin dal primo momento in questa direzione, sfruttando con successo la disposizione umoristica del popolo greco. Da tutti i tipi di propaganda mobilitati, l'arte della caricatura si dimostrò altamente efficace. Si tratta di un tipo di fumetti che aveva già f1940cartoons 002iorito in Grecia del XIX° secolo, a causa della capacità di comunicare con il pubblico in 1940cartoons 007modo semplice e diretto e di rendere il messaggio facilmente comprensibile anche agli analfabeti; ma anche perché, rispetto ad altri tipi di giornalismo, il disegno mira raramente alla logica.

Numerosi fumetti sono stati pubblicati per tutto il corso della guerra greco-italiana, celebrando le vittorie dell’ esercito greco in Albania e ridicolizzando in ogni occasione il “piume di gallo” di Mussolini e la megalomania fascista. Il fatto che siano sopravvissuti fino ad oggi nella memoria collettiva dimostra quanto abbiano influenzato la psicologia di un intero popolo.

Grandi fumettisti, come F. Demetriades, N. Kastanakis, St, Polenakis, P. Pavlidis ed altri, hanno creato opere eccezionali anche per l'ulteriore motivo che, in quei mesi, il paese aveva raggiunto qualcosa che potrebbe essere descritto come un “miracolo greco”.

L’ importanza della guerra greco-italiana è comunque notevole anche per quanto riguarda l’ evoluzione della seconda guerra mondiale. Secondo gli studiosi del periodo,l’ intervento tedesco nei Balcani, a causa del fallimentodell’ attacco italiano alla Grecia, ha costretto Hitler a ritardare per circa due mesi l’“1940cartoons 012aOperazione Barbarossa", cioè l’ attacco tedesco istoria xwris logia thumb mediumall’ Unione Sovietica.

Nel duro inverno che seguì, la Wehrmacht fu, dunque, costretta a fermarsi a pochi chilometri da Mosca senza avere il tempo per completare la conquista dell’ URSS. Stalingrado e il contrattacco sovietico,in combinazione con il coinvolgimento degli Stati Uniti nel conflitto militare, darebbe il colpo di grazia al progetto del “reich millenario” e dei suoi alleati.

 

oxi1940 

Per trovare più fumetti:

https://left.gr/news/o-polemos-toy-40-41-me-tin-pena-ton-ellinon-skitsografon

http://war-of-cartoons.blogspot.gr/2010/10/h-1940-41.html

http://war-of-cartoons.blogspot.gr/2010/10/h-1940-41-b.html

 

 

banner newsletter punto

Punto Grecia
#esplorando la #Grecia Le sorgenti termali di Lutraki (Pozar) si trovano sulle rive del fiume Termopotamos e l’acqu… https://t.co/DEvCddIOrp
Punto Grecia
💡 Nuova illuminazione allo stadio Panathinaiko di Atene, un simbolo della storia olimpica: i primi giochi olimpici… https://t.co/PcEMmg2Nzt
Punto Grecia
#PatrimonioUnesco l Il monastero di San Giovanni e la grotta dell’Apocalisse a Patmos (1999)… https://t.co/M6ID0gs3bh
Follow Punto Grecia on Twitter

Greece 2021