Ha partecipato alla riunione UE-Lega Araba.
Il ministro degli Esteri italiano, Federica Mogherini, è stato ad Atene il 11 giugno per partecipare alla ''Riunione Ministeriale Ue-Lega Araba''. Tra i punti centrali della discussione, il rilancio della collaborazione strategica fra l'Unione Europea e i Paesi della Lega Araba, il lavoro per la stabilità e la sicurezza della regione, il contrasto al terrorismo e le politiche migratorie. 
"Il nostro obiettivo è quello di rafforzare i rapporti tra l'Europa e il mondo arabo che è un alleato di importanza strategica per la politica europea e soprattutto per quella dell'Europa del Sud". Lo ha detto, tra l'altro, il ministro degli Esteri greco Evangelos Venizelos, arrivando al Megaron Zappeion, dove si è tenuto l'incontro. ''La prossima Presidenza italiana dell'Ue - che succederà l'attuale Presidenza greca - sarà una sfida", ha detto tra l'altro il ministro degli Esteri italiano Federica Mogherini. Parlando con l'agencia stampa ANA-MPA a seguito del completamento del terzo ''UE-Lega Araba affari esteri riunione ministeriale'' di Atene, Mogherini ha osservato: "Abbiamo lavorato insieme ai omologhi greci molto bene durante i mesi della presidenza greca, ancora una volta mettendo il Mediterraneo al centro della politica estera europea." Il ministro degli esteri italiano ha addirittura spiegato che l'Italia lavora per elezioni e dialogo in Libia e intende continuare a dare il suo contributo all'avvio di "un processo di dialogo in Libia che porti alla riconciliazione nazionale e alla revisione della Costituzione". Mogherini ha concluso, stressando che, ''prendiamo il testimone [della Presidenza], cercando di fare del nostro meglio sui temi della prevenzione dei conflitti, la gestione della fase di 'dopo-crisi' e stabilizzare i paesi, in vista anche della gestione dei temi dell'immigrazione".